DT News - Italy - Antibiotici in età precoce: può aumentare il rischio di ipomineralizzazione

Search Dental Tribune

Antibiotici in età precoce: può aumentare il rischio di ipomineralizzazione

L’ipomineralizzazione nei bambini è diventata un problema comune per i dentisti pediatrici. Secondo uno studio finlandese, una possibile causa della patologia potrebbe essere il trattamento con alcuni antibiotici in età precoce. (Foto: Kaspars Grinvalds/Shutterstock).

gio. 22 settembre 2016

salvare

Helsinki, Finlandia: una nuova ricerca suggerisce che i bambini che sono trattati con alcuni tipi di antibiotici a un’età precoce possono correre rischi più alti di ipomineralizzazione dentale. Nello studio si è scoperto che i bambini trattati nel primo anno di età con penicillina o macrolidi, o con amoxicillina durante i primi tre anni, vanno incontro a un rischio maggiore di sviluppare il difetto dentale in questione se paragonati a bambini che non hanno preso quella classe di farmaci.

Per valutare il legame tra antibiotici e ipomineralizzazione, i ricercatori hanno analizzato 287 bambini provenienti da due scuole elementari diverse. Comparando i dati medici dei primi tre anni di vita dei bambini, hanno trovato una correlazione tra il trattamento con antibiotici e l’ipomineralizzazione dentale.

I bambini trattati nel primo anno di età con penicillina, o con amoxicillina nei primi tre anni, hanno un rischio maggiore di contrarre la patologia (rispettivamente di 2,61 e 2,58 volte). In assoluto, il rischio più alto è stato associato all’uso di macrolidi come l’erythromycin o il clarithromycin.

Per quanto riguarda le patologie, i bambini con almeno un episodio acuto di otite nel primo anno corrono un rischio maggiore di sviluppare la patologia (2,28 volte) rispetto a chi non ha sofferto di malattie infettive. Inoltre, lo studio dimostra che ogni ulteriore trattamento con gli antibiotici identificati aumenta il rischio di ipomineralizzazione.

L’ipomineralizzazione è una patologia che può colpire uno o tutti i primi molari permanenti, e spesso anche gli incisivi. I denti diventano ipersensibili e sono più vulnerabili alle carie. Lo studio, intitolato «Molar - incisor hypomineralization and the association with childhood illnesses and antibiotics in a group of Finnish children», è stato pubblicato sull’Acta Odontologica Scandinavica journal.

To post a reply please login or register
advertisement
advertisement