La saliva può indicare il rischio di diabete nei bambini

Search Dental Tribune

La saliva può indicare il rischio di diabete nei bambini

I test salivari sui bambini potrebbero aiutare a stabilire se sono a rischio di malattie metaboliche, come il diabete. (Foto: Image Point Fr/Shuttertsock)
Dental Tribune International

Dental Tribune International

mer. 25 giugno 2014

salvare

CAMBRIDGE, Mass., USA: Un recente studio ha suggerito che l’analisi della concentrazione di specifici biomarcatori salivari potrebbe essere una valida alternativa ai numerosi prelievi di sangue per determinare il rischio di malattie metaboliche nei bambini obesi. Gli scienziati sperano che i risultati di questo studio contribuiranno allo sviluppo di strumenti di screening non invasivi per la diagnosi precoce e la prevenzione del diabete e di altre malattie sistemiche.

Nello studio, i ricercatori hanno esaminato campioni di saliva di 744 pazienti, originari del Kuwait, tra i 10 e i 12 anni, con varie tipologie di costituzione: sottopeso, normopeso, sovrappeso o obesità. I ricercatori hanno poi analizzato i campioni di 20 biomarcatori e scoperto che quattro di questi cambiavano significativamente con l’aumento dell'obesità.

Nei bambini obesi, i livelli salivari di insulina e leptina erano quasi tre volte superiori e la proteina C-reattiva salivare era quasi sei volte superiore rispetto a quella di bambini di peso normale. Inoltre, nel gruppo dei bambini con obesità, l’adiponectina aveva un livello più basso di circa il 30%.

Secondo i ricercatori, l'incremento di insulina nel plasma è una caratteristica del diabete di tipo 2 e numerosi studi sull’uomo hanno dimostrato l’associazione di elevati livelli di proteina C-reattiva con la malattia. Hanno quindi suggerito che lo screening della saliva potrebbe aiutare a identificare i bambini a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

«L'importanza della prevenzione è evidente, e per attuarla veramente dobbiamo concentrarci sui bambini» ha detto il dott. J. Max Goodson del Forsyth Institute, istituto indipendente di ricerca negli Stati Uniti specializzato in salute orale e relative condizioni, che ha condotto lo studio. Ha inoltre aggiunto «Questo studio è emozionante perché i metodi non invasivi sono fondamentali quando si tratta di bambini. La diagnostica salivare potrebbe fornire un’alternativa più accettabile, che potrebbe creare un nuovo paradigma per la ricerca in salute preventiva».

Allo studio hanno partecipato i bambini del Kuwait Healthy Life Study, un’indagine longitudinale condotta su più di 8.000 bambini in collaborazione con l'Istituto Forsyth. I campioni e i dati salivari sono stati raccolti durante le 182 visite eseguite in 39 scuole kuwaitiane tra ottobre 2011 e maggio 2012.

Lo studio, intitolato “Metabolic Disease Risk in Children by Salivary Biomarker Analysis”, è stato pubblicato online il 10 giugno sulla rivista PLOS ONE.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement