Dental Tribune Italy

Omaggio a Pinuccio Corrente, Parodontologo e Artista

By Patrizia Biancucci
January 13, 2020

Pinuccio Corrente, o semplicemente “Pinuccio”, ci ha lasciato a suon di musica.

Il feretro coperto di rose gialle è arrivato davanti alla chiesa della Madonna Addolorata avvolto dai suoni che più l’avevano fatto felice. Si, perché la sua vita è stata una partitura fatta di adagi, piano, pianissimo, veloce, forte, sussurrato, fino a trasformarsi in un’opera d’arte in cui lo studio, la ricerca, la scienza, la professione, la famiglia, il lavoro, il divertimento, gli sproloqui, le verità gridate, la sensibilità nascosta, l’amicizia, l’amore, la generosità, le scenate, e tanto altro hanno seguito un ritmo sempre musicale, generando emozioni elargite a tutti quelli che gli sono passati accanto. Sapeva chiedere scusa, riusciva a coagulare intorno alla propria figura eclettica, sempre artistica e mai retorica, collaboratori, assistenti, amici, allievi e pazienti con la disinvoltura di un fanciullo creativo ed estroverso che sfida la saggezza degli anni che passano pur di continuare ad essere se stesso.

Chiunque l’abbia conosciuto sa che il suo più grande coraggio è stato quello di rimanere fedele a se stesso, a dispetto delle convenzioni sia umane che professionali, il coraggio di essere un visionario che, 30 anni fa, gli ha fatto realizzare la Sicor, un grande centro odontoiatrico, avveniristico oltre che improbabile secondo molti, precursore dell’attuale filosofia aziendale, senza curarsi di un mondo odontoiatrico ancora legato alla formula “riunito, dentista, assistente”, ancora chiusa in una mentalità confinata nel semplice microcosmo rigidamente monoprofessionale, dove l’innovazione strumentale e stilistica era di là da venire, e il massimo del cambiamento poteva essere ammodernare la sala d’attesa e possibilmente vivere di rendita delle competenze acquisite in precedenza, utilizzando tecniche collaudate all’insegna del “abbiamo fatto sempre così!”

A parte le collaborazioni con le università, in particolare a Torino e in Pennsylvania, a Philadelphia, molte sono state le pubblicazioni di parodontologia e implantologia su riviste scientifiche internazionali, fino a meritare nel 2000 il Premio “H.M. Goldman” per la Ricerca Clinica in Parodontologia, conferitogli dalla SIdP (Società Italiana di Parodontologia). Ci lascia in eredità anche due libri di notevole valore e di grande utilità ai colleghi odontoiatri: “Impianti post-estrattivi immediati, rialzo del seno mascellare per via crestale” (pubblicato anche in inglese, spagnolo e coreano) e “Chirurgia plastica parodontale - Trattamento estetico delle recessioni gengivali”.

Pinuccio, è stato il primo a parlare di “biologia” in tempi non sospetti e il primo ad avere il coraggio di portare avanti progetti visionari, all’insegna del proprio “credo” umano, scientifico e professionale, senza farsi mai fuorviare da strategie aziendali; l’uomo libero per eccellenza, invidiato da molti, copiato da alcuni, amato da tutti. Vale al pena citare uno dei tanti post comparsi sui social, ma questo colpisce nel segno: “Grande sgomento... Come quando si va in auto nella nebbia di notte e all’improvviso non ci sono più le righe bianche sull’asfalto... Credo che a chiunque lo abbia conosciuto Lui abbia lasciato un segno dentro, bianco o nero non importa, ma non il grigio dell’indifferenza. Chiunque lo abbia conosciuto non potrà mai dire – Giuseppe Corrente, ma chi è? – GRAZIE per esserci stato, Pinuccio!”

Per tutti noi sarà sempre Pinuccio.

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2020 - All rights reserved - Dental Tribune International