La ricerca individua nuovi potenziali trattamenti per la gestione della malattia parodontale

Search Dental Tribune

La ricerca individua nuovi potenziali trattamenti per la gestione della malattia parodontale

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

Ricercatori britannici hanno identificato un tipo di cellula che regola il processo infiammatorio che si verifica durante la malattia parodontale (Image: Svetlana8Art/Shutterstock).

lun. 5 dicembre 2022

Salva

LONDRA, Regno Unito: Sebbene la comprensione delle cause e dei possibili trattamenti per la malattia parodontale sia migliorata notevolmente negli ultimi decenni, le nuove ricerche continuano ad ampliare questi orizzonti. Uno studio del King’s College di Londra ha chiarito il ruolo che un particolare tipo di cellula svolge nella progressione di questa condizione e come potrebbe fornire una via per l’intervento terapeutico.

Il gruppo di ricerca è stato in grado di identificare e descrivere il ruolo di un tipo cellulare, noto come telocyte, nella regolazione del processo infiammatorio che si verifica durante la malattia parodontale. Secondo gli autori, si ritiene che i telocyte siano coinvolti nella comunicazione diretta cellula-cellula tra macrofagi, un tipo di globuli bianchi coinvolti nella risposta ad un’infezione o ad un accumulo di cellule danneggiate o morte. I macrofagi che promuovono una risposta infiammatoria sono conosciuti come macrofagi M1, mentre i macrofagi M2 funzionano per contrastare l’infiammazione e favorire la riparazione dei tessuti. L’equilibrio tra i macrofagi M1 e M2 è fondamentale per regolare in modo efficace la risposta immunitaria dell’organismo.

Utilizzando il sequenziamento dell’RNA monocellulare e i test cellulari, i ricercatori hanno identificato il ruolo dei telocyte nella regolazione dell’equilibrio dei macrofagi M1-M2 nella malattia parodontale e hanno dimostrato la loro capacità naturale di spostare i macrofagi da uno stato M1 a uno stato M2. Questa capacità di facilitare queste transizioni potrebbe fornire una possibile strategia per il futuro trattamento della malattia parodontale e di altre patologie infiammatorie come l’artrite.

«Spero che questo studio possa portare non solo a una maggiore comprensione della malattia parodontale, ma anche a uno stimolo per gli altri a studiare i possibili ruoli dei telocyte in altri tessuti», ha osservato il dottor Paul Sharpe, professore di biologia cranio-facciale al King’s College di Londra e co-autore dello studio.

Lo studio, intitolato «Telocytes regulate macrophages in periodontal disease», è stato pubblicato online il 4 ottobre 2022 su eLife.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement