La gestione dei tessuti molli in chirurgia parodontale e mucogengivale

Search Dental Tribune

La gestione dei tessuti molli in chirurgia parodontale e mucogengivale

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Daniele Cardaropoli

By Daniele Cardaropoli

lun. 19 maggio 2014

save

La malattia parodontale è una malattia multifattoriale causata da un fattore eziologico, la placca batterica, che in presenza di una suscettibilità individuale determina la manifestazione clinica.

La suscettibilità individuale è legata ad una alterata risposta infiammatoria, da parte dell’organismo ospite, nei confronti dell’aggressione batterica, dove ruolo fondamentale viene svolto dai batteri parodontopatogeni. Il rischio di sviluppare la malattia viene significativamente aumentato dalla presenza di cofattori aggravanti, come ad esempio il fumo di sigarette. La progressione del fronte di placca in senso corono-apicale determina una risposta immuno-infiammatoria con rilascio di mediatori dell’infiammazione, come l’ IL-1, che richiamano le cellule responsabili del riassorbimento osseo.

A seconda del rapporto spaziale che si crea tra fronte di placca, superficie radicolare e processo alveolare il riassorbimento osseo può essere orizzontale o verticale. I difetti ossei che ne derivano, e che possono essere considerati come la sequela anatomica della malattia, sono classificati rispettivamente come difetti sovra ossei ed infraossei. Questi ultimi possono beneficiare delle tecniche di rigenerazione tissutale, al fine di ripristinare i corretti livelli di legamento parodontale, cemento radicolare ed osso alveolare.

Al fine di applicare le più moderne tecniche di rigenerazione tissutale, diventa fondamentale avere una corretta gestione dei tessuti molli prima, durante e dopo la sessione chirurgica. La guarigione della ferita a livello dei tessuti molli può essere velocizzata mediante l’utilizzo topico di un gel ricco di acido ialuronico e dei 4 aminoacidi prolina, leucina, lisina e glicina. Questo gel si è dimostrato efficace nella stimolazione della proliferazione fibroblastica, implementando la guarigione delle lesioni dei tessuti molli nel cavo orale, anche in casi di guarigione per seconda intenzione.

Una seconda famiglia di lesioni parodontali è rappresentata dalle recessioni gengivali, intese come la migrazione apicale del margine libero gengivale. Le recessioni sono causate da fattori scatenanti, quali ad esempio il trauma da spazzolamento, che agiscono in presenza di fattori predisponenti. Le tecniche chirurgiche di copertura radicolare consentono di ottenere una copertura totale o parziale della superficie radicolare esposta, in base alla integrità del supporto parodontale interprossimale.

Il “gold standard”, non solo in termini di percentuale di copertura radicolare ma anche di mantenimento dei risultati nel tempo è rappresentato dall’utilizzo dell’ innesto di tessuto connettivo abbinato al lembo riposizionato coronalmente. Recentemente, matrici sostitutive di collagene si sono dimostrate in grado di ottenere risultati sovrapponibili all’ innesto di tessuto connettivo. Anche nelle procedure di chirurgia plastica parodontale la guarigione la corretta gestione dei tessuti molli rappresenta il momento cruciale al fine di ottenere il miglior risultato estetico. L’utilizzo di un gel di acido ialuronico e 4 aminoacidi trova indicazioni di utilizzo, al fine di velocizzare ed implementare la guarigione gengivale.

Bibliografia:
1) Oral soft tissue wound healing after laser surgery with or without a pool of amino acids and sodium hyaluronate: a randomized clinical study.
Romeo U, Libotte F, Palaia G, Galanakis A, Gaimari G, Tenore G, Del Vecchio A, Polimeni A.
Photomed Laser Surg. 2014 Jan;32(1):10-6. doi: 10.1089/pho.2013.3509. Epub 2013 Dec 14.
2) Molecular insights into the effects of sodium hyaluronate preparations in keratinocytes.
Colella G, Vicidomini A, Soro V, Lanza A, Cirillo N.
Clin Exp Dermatol. 2012 Jul;37(5):516-20. doi: 10.1111/j.1365-2230.2011.04279.x. Epub 2012 May 28.
3) Enhancement of fibroblast proliferation, collagen biosynthesis and production of growth factors as a result of combining sodium hyaluronate and aminoacids.
Mariggiò MA, Cassano A, Vinella A, Vincenti A, Fumarulo R, Lo Muzio L, Maiorano E, Ribatti D, Favia G.
Int J Immunopathol Pharmacol. 2009 Apr-Jun;22(2):485-92.
4) Accelerated wound healing of oral soft tissues and angiogenic effect induced by a pool of aminoacids combined to sodium hyaluronate (AMINOGAM).
Favia G, Mariggio MA, Maiorano F, Cassano A, Capodiferro S, Ribatti D.
J Biol Regul Homeost Agents. 2008 Apr-Jun;22(2):109-16.
5) Treatment of gingival recession defects using coronally advanced flap with a porcine collagen matrix compared to coronally advanced flap with connective tissue graft: a randomized controlled clinical trial.
Cardaropoli D, Tamagnone L, Roffredo A, Gaveglio L.
J Periodontol. 2012 Mar;83(3):321-8. doi: 10.1902/jop.2011.110215. Epub 2011 Jul 1
6) Socket preservation using bovine bone mineral and collagen membrane: a randomized controlled clinical trial with histologic analysis.
Cardaropoli D, Tamagnone L, Roffredo A, Gaveglio L, Cardaropoli G.
Int J Periodontics Restorative Dent. 2012 Aug;32(4):421-30.
7) Relationship between the buccal bone plate thickness and the healing of postextraction sockets with/without ridge preservation.
Cardaropoli D, Tamagnone L, Roffredo A, Gaveglio L.
Int J Periodontics Restorative Dent. 2014 Mar-Apr;34(2):211-7. doi: 10.11607/prd.1885

 

Segui gratuitamente il webinar sul sito del DTStudyClub.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement