DT News - Italy - 10° Congresso Sialign: quale sarà il futuro degli allineatori

Search Dental Tribune

10° Congresso Sialign: quale sarà il futuro degli allineatori

Dental Tribune Italia

Dental Tribune Italia

mar. 19 dicembre 2023

salvare

Il 24 e 25 novembre si e tenuto a Firenze, presso il Palazzo della Camera di Commercio, il 10° Congresso della SIALIGN. L’evento, che ha visto la partecipazione di numerosi specialisti in ortodonzia provenienti da tutta Italia, ha trattato temi di grande attualità che sono stati affrontati anche con sessioni interattive, in cui i partecipanti hanno potuto confrontarsi con la risoluzione di alcuni casi clinici presentati dai relatori. Per fare un resoconto dell’evento, abbiamo posto alcune domande alla dottoressa Angela Arreghini.

Buon giorno dott.ssa Arreghini, come valuta questa decima edizione del Congresso SIALIGN?
Da Presidente Sialign non posso che dirmi estremamente soddisfatta del nostro Decimo Congresso Nazionale. Dopo il boom di iscritti dell’edizione del 2021 sarebbe stato difficile fare meglio, e invece l’asticella si è alzata ulteriormente. A rendermi particolarmente orgogliosa è stato il feed-back positivo dei presenti, che si sono trattenuti ben oltre l’orario previsto di fine lavori partecipando attivamente al dibattito al termine di tutte le relazioni degli speaker. Il mio obiettivo principale era appunto organizzare un meeting coinvolgente, da cui l’auditorium potesse portare a casa informazioni chiare, da applicare immediatamente ai propri casi nella pratica clinica quotidiana

Quali sono stati i temi che hanno suscitato maggior interesse nei partecipanti?
Anche quest’anno la sessione discussione casi clinici complessi è stata particolarmente apprezzata. Le malocclusioni scelte sono state la contrazione scheletrica trasversale e la seconda classe morso profondo. I tre relatori coinvolti hanno sviscerato la diagnosi, le alternative di trattamento e la progettazione del setup con un occhio sempre teso alla migliore evidenza scientifica. Si tratta del momento dal più immediato risvolto pratico per i partecipanti, la sala piena è stata la conferma dell’interesse generale. Il sabato mattina la relazione dei Prof. Giuseppe Siciliani e Luca Lombardo è stata forse quella che ha incuriosito maggiormente. È stato presentato un nuovo allineatore notturno, che sembra poter superare una delle grandi problematiche per i nostri pazienti, ovvero la richiesta di compliance full-time con le mascherine tradizionali. I nuovi materiali consentono una interessantissima evoluzione dei protocolli operativi. Credo ne sentiremo parlare molto nel prossimo futuro.

Sono emersi degli spunti interessanti che avete acquisito e che pensate di poter affrontare nelle vostre future attività congressuali?
La letteratura scientifica è ormai concorde sul fatto che le mascherine trasparenti hanno delle grandissime potenzialità ed inevitabilmente alcuni limiti biomeccanici. Il topic dei trattamenti ibridi è stato proposto da molti relatori, con approcci diversi, e credo sia il presente degli allineatori: non si può pensare di trattare tutte le malocclusioni e tutti i pazienti con lo stesso strumento, è ormai chiaro che la capacità di associare ausiliari (ancoraggi scheletrici, sezionali, elastici) sia la strada più corretta per assicurare un’ortodonzia di qualità senza compromessi.
Il futuro? l’evoluzione dei materiali sarà il topic di domani. Serve ancora tanta ricerca ma su questo le Università e la Sialign sono in prima linea per offrire ai propri soci un momento di aggiornamento periodico. Si tratta di un futuro veramente prossimo!

Può già darci qualche anticipazione sulla programmazione culturale della Società e sull’11° Congresso?
Il Direttivo 2024-2025 è stato eletto da pochissimo, ma è già al lavoro per organizzare un Congresso ai massimi livelli, così come da mission della Sialign. Il Presidente Francesca Cervinara avrà un compito impegnativo, ma non ho dubbi che il trend in crescita degli ultimi anni abbia un consolidamento ulteriore. Posso anticiparvi che ci troveremo in Puglia, a giugno, ma sul programma il riserbo è ancora massimo. Non mancheranno aggiornamenti nelle prossime settimane. A lei e a tutto il suo staff va il più caloroso augurio di buon lavoro!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement