Dental Tribune Italy

Ricostruzione della cresta in zona 3.6

By A. Grassi, F. Lolli
December 07, 2016

Con tecnica flapless, idrossiapatite bovina (Hypro-Oss) e membrana in collagene esposta (Hypro-Sorb), con guarigione per seconda intenzione.

Il paziente, maschio di anni 52, in buona salute, si presenta con dolore all’elemento dentale 3.6. All’esame obiettivo l’elemento evidenzia una frattura che ne impedisce il ritrattamento (Fig. 1). Si decide quindi di estrarre il dente e, a questo punto, si pone la scelta tra posizionamento immediato o dilazionato dell’impianto. La letteratura ha ampiamente dimostrato che il posizionamento immediato di un impianto non impedisce un rimodellamento della corticale vestibolare6 e per questo motivo si preferisce effettuare una ricostruzione della cresta ossea con posizionamento implantare dilazionato di 5 mesi.

Leggi l'articolo completo nella sezione CLINICAL > IMPLANTOLOGY

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Latest Issues
E-paper

DT Italy No. 11, 2019

Open PDF Open E-paper All E-papers

© 2019 - All rights reserved - Dental Tribune International