Lanciato in Australia un servizio di assistenza mentale per gli odontoiatri

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

I agree(Required)
This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Un servizio telefonico gratuito e riservato sta ora fornendo ai professionisti dentali australiani assistenza 24 ore su 24 per problemi di salute mentale (Immagine: Elnur/Shutterstock).
Brendan Day, Dental Tribune International

By Brendan Day, Dental Tribune International

Mon. 29. November 2021

save

SYDNEY, Australia: Sebbene l’odontoiatria sia una professione che spesso offre un elevato livello di prestigio e soddisfazione professionale, i dentisti sono soggetti a burn-out, depressione e a una miriade di altri problemi di salute mentale. Questi si sono intensificati nel corso della pandemia COVID-19, e il Dental Board of Australia (DBA) ha lanciato il Dental Practitioner Support, un servizio telefonico gratuito e riservato 24 ore su 24, destinato a fornire consulenza e assistenza ai dentisti in tutta l’Australia.

Benché si tratti di un’iniziativa del DBA, il Dental Practitioner Support è gestito da un fornitore di consulenza per la teleassistenza, e opera indipendentemente dal DBA per consentire la massima discrezione. Attraverso il servizio, i professionisti odontoiatrici e i loro familiari, studenti, datori di lavoro ed educatori possono parlare con un team di consulenti esperti nella gestione di un’ampia gamma di questioni relative alla salute mentale e al benessere. Consulenza e orientamento possono essere richiesti in forma anonima, se lo si desidera, e sono disponibili telefonicamente o tramite il sito web di assistenza dentistica.

La salute mentale sotto i riflettori
Come già riferito da Dental Tribune International, i problemi di salute mentale in odontoiatria sono stati esacerbati da numerosi fattori durante la pandemia. Secondo una ricerca dell’American Dental Association, i guadagni nel settore sono diminuiti notevolmente nel 2020, con un calo del 17,9% rispetto al 2019. Nel frattempo, dati recenti della University of California San Diego Health hanno mostrato un drammatico aumento dei casi di COVID-19 tra il personale sanitario vaccinato dovuto probabilmente a diversi fattori.

Non sorprende che organizzazioni come la Medical and Dental Defence Union of Scotland (MDDUS) – una delle principali organizzazioni di difesa medica nel Regno Unito – abbiano riferito di aver ricevuto un numero record di richieste di consulenza e sostegno da parte di dentisti nel 2020. Nella sua relazione annuale per il 2020, MDDUS ha rilevato che le richieste scritte di consulenza da parte di professionisti del settore odontoiatrico con sede nel Regno Unito sono aumentate dell’83%.

Fortunatamente, sono state create diverse iniziative per la salute mentale simili al Dental Practitioner Support per sostenere i dentisti che soffrono di questa problematica. Nel Regno Unito, la Dental Professionals Alliance ha lanciato lo scorso maggio il suo programma Mental Health Wellness in Odontoiatria, che invita tutti gli studi odontoiatrici britannici a nominare un responsabile per il benessere mentale al fine, tra l’altro, di contribuire ad assicurare la costante destigmatizzazione dei problemi di salute mentale sul posto di lavoro.

COVID‐19 Odontoiatria Salute mentale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *