Dental Tribune Italy

Il nuovo Presidente SISIO si racconta e anticipa i futuri progetti scientifico-culturali 2020-2021

By Redazione Management Odontoiatrico
October 01, 2020

Ritratto della dott.ssa Sabatini e dei suoi progetti come presidente SISIO.

Buongiorno dottoressa Sabatini, può brevemente presentarsi ai nostri lettori per quanto riguarda la sua attività clinica di igienista dentale e docente universitaria?
Buongiorno. Certamente, mi presento. Sono un’Igienista dentale da sempre curiosa e appassionata della professione. Dopo la laurea di I livello, ho proseguito i miei studi conseguendo la laurea magistrale, un master di I livello e un corso di alta formazione universitario. Negli anni non sono mancate le esperienze di studio all’estero e, per mantenere vivo il mio aggiornamento, attualmente sto frequentando un master. Mi sono dedicata ad attività di ricerca producendo diverse pubblicazioni internazionali. Da qualche anno sono diventata docente e direttore delle attività didattiche del CSID UniMoRe. Sono impegnata per la professione nel consiglio direttivo della SISIO, da poco come Presidente. In questi giorni mi sto preparando ad una nuova esperienza, prenderò servizio per un anno presso la AUSL di Modena come Igienista dentale.

Il congresso nazionale della Società di Scienze dell’Igiene Orale – SISIO, tenutosi online il 19 giugno scorso, ha rappresentato anche la sua elezione a Presidente. Con quale background e con quali obiettivi ha iniziato a ricoprire questo nuovo stimolante ruolo?
Ho accolto questo incarico con la consapevolezza che sono stata preceduta da grandi colleghe: Annamaria Genovesi, Gianna Maria Nardi, Consuelo Sanavia e Olivia Marchisio. Ho ereditato da loro socie fondatrici una società scientifica che mi sto impegnando a mantenere attiva nella ricerca e concretamente presente nella formazione scientifica e culturale dei colleghi Igienisti dentali.

La SISIO, dalla sua nascita, si è distinta come associazione impegnata concretamente nel campo della ricerca: quali sono i temi su cui si concentrerà l’attenzione del comitato scientifico nell’anno 2020-2021?
Insieme alle colleghe del Consiglio di Presidenza che mi affiancheranno in questo triennio (Silvia Cotellessa, Giulia Fantozzi, Elisa Fulgenzi, Jessica Bassignani), ho elaborato attività formative su tematiche cruciali nella professione dell’Igienista dentale. I soci potranno beneficiare di approfondimenti sulla gestione del paziente pediatrico, sull’estetica dentale e sul microbiota orale. A breve, avrà avvio anche il prossimo working group, attività che da sempre vede coinvolti i soci in prima linea.

In cosa consisterà il prossimo working group e su quali temi verterà il congresso nazionale del 2021?
I partecipanti riceveranno una formazione approfondita sugli effetti a breve e lungo termine delle sempre più diffuse energy drink a livello sistemico, e si dedicheranno ad indagare gli effetti a livello orale, realizzando anche protocolli operativi efficaci.
La salute sistemica sarà protagonista anche del prossimo congresso nazionale che si terrà il 19 giugno 2021, siamo già a lavoro per delineare programma e contenuti.

In che modo la SISIO coinvolge e intende coinvolgere attivamente i suoi soci?
Attraverso i working group, SISIO da l’opportunità ai soci che vogliono cimentarsi nella ricerca e nella produzione di protocolli e contenuti scientifici di essere accompagnati nel percorso da esperti del settore. I contenuti realizzati dai componenti del working group si rivelano essere migliorativi per gli Igienisti dentali che ne beneficiano. Ogni socio SISIO può attingere ad attività formative realizzate da Igienisti dentali per gli Igienisti dentali.

Prevede un’apertura anche agli odontoiatri e altre figure del team, visto l’interesse del simposio on line e dei working group?
La SISIO nasce come società scientifica per Igienisti dentali e questa è la sua natura. L’apertura e la condivisione con le altre professioni è sempre avvenuta. Diversi Odontoiatri hanno partecipato a corsi e congressi SISIO, ritenendoli di interesse per la loro attività. Tra i prossimi obiettivi prevedo il coinvolgimento dei colleghi professionisti sanitari e dei medici, perfettamente in linea con il tema del prossimo congresso nazionale.

Quale importanza avrà nei prossimi anni la prevenzione orale e quale potrà essere il ruolo della SISIO nel supporto degli igienisti dentali?
Le strategie preventive raccolgono sempre maggiori consensi nella popolazione, che comprende sempre di più come sia preferibile evitare di dover arrivare a necessitare di cure invasive. L’attenzione al benessere e agli stili di vita salutari è in aumento, anche per quanto riguarda la salute orale. Le tecnologie messe a disposizione dalle aziende del settore hanno raggiunto livelli di efficienza che permettono di soddisfare un range di esigenze sempre più ampio, sia a livello domiciliare che professionale. La SISIO, impegnata nella formazione e nella ricerca, può supportare e facilitare l’Igienista dentale in questo percorso verso l’acquisizione di competenze sulla gestione efficace del benessere del paziente.

In qualità di igienista dentale e docente universitaria, può dirci dal suo punto di vista come sta andando la ripresa del vostro lavoro negli studi, dopo il lockdown?
Dopo un’iniziale diffidenza da parte di operatori e pazienti, vedo un progressivo adattamento alla nuova routine degli studi odontoiatrici. Gli operatori sono consapevoli di esercitare una professione che li espone costantemente a rischi infettivi, e che sono stati preparati per questo. Dall’altro lato, i pazienti si sono rassegnati all’idea di dover convivere con diverse tipologie di fasi miste, e di non poter rinunciare ulteriormente alle sedute dal dentista e dall’igienista dentale.
Noi professionisti potremo difenderci dalle conseguenze del lockdown solo investendo nella qualità della nostra professione, e la qualità comprende la gestione adeguata di tempi e spazi operativi, la scelta di tecnologie sicure e performanti e la convinzione della necessità di essere sempre formati e aggiornati, per non rischiare di fallire nell’adattamento costante che la professione ci richiede. Da Igienista dentale, questo è il mio modo di vedere la professione. Da docente, è il messaggio che mi impegno a trasmettere ai miei studenti. Da Presidente SISIO è come intendo supportare i colleghi, fornendo strumenti utili per la nostra professione.

Un’ultima domanda. Qual è la sua maggior soddisfazione professionale?
Personalmente sono felice di come questa professione mi entusiasmi e mi dia la carica per accogliere nuove sfide sempre come opportunità di crescita. La mia settimana lavorativa è piena tra pazienti, studenti e attività per la SISIO e sono soddisfatta di occuparmi di ognuno di questi aspetti del mio lavoro come fosse il più importante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Latest Issues
E-paper

DT Italy No. 10, 2020

Open PDF Open E-paper All E-papers

© 2020 - All rights reserved - Dental Tribune International