DT News - Italy - Attività presenti e progetti futuri dell’AIOLA

Search Dental Tribune

Attività presenti e progetti futuri dell’AIOLA

(Immagine: David Herraez Calzada/Shutterstock)
Dental Tribune Italy

Dental Tribune Italy

mar. 21 novembre 2023

salvare

AIOLA, acronimo di Accademia Internazionale di Odontostomatologia Laser Assistita, è stata tra le prime associazioni medico-scientifiche italiane ad occuparsi dell’utilizzo del Laser in odontoiatria, fondata nel 2001 da un gruppo di odontoiatri “pionieri” nell’utilizzo della luce laser nel distretto orale, perfezionatisi presso l’Università Sophia Antipolis di Nizza con il professor J.P. Rocca. Un percorso ormai lungo 20 anni in cui l’accademia è cresciuta diventando un punto di riferimento per molti clinici che si sono avvicinati al “mondo “laser, ma soprattutto dalle sue fila sono usciti molti dei leader internazionali oggi presenti nel panorama laser  in  stomatologia. Per parlare del presente e dei futuri progetti dell’Accademia abbiamo il piacere di intervistare l’attuale presidente il dott. Maurizio Maggioni, il dott. Simone Stori e l’attuale Segretario Nazionale il dott. Saverio Capodiferro.

Maurizio Maggioni, Presidente AIOLA.

Dott. Maggioni, sappiamo che da poco è stato firmato un accordo di collaborazione tra l’AIOLA e la facoltà di Odontoiatria di San Paolo. Ci potrebbe spiegare in cosa consiste?
Aiola e l’Università di San Paolo del Brasile hanno firmato un accordo di collaborazione per la ricerca e lo sviluppo della laser terapia, un lungo percorso iniziato 20 anni fa con il prof. Carlos de Paula Edoardo e il laboratorio laser LELO. Ora che abbiamo concretizzato la reciproca collaborazione in ambito di ricerca e sviluppo, potremo pubblicare congiuntamente i dati delle ricerche, scambiandoci i colleghi per seguire i protocolli che creeremo grazie ai dati raccolti, il tutto senza alcuno scambio economico, ma solo a scopo partecipativo. Questo significa aver eliminato qualsiasi conflitto di interessi nella ricerca internazionale.
I nostri soci potranno partecipare ai corsi presso la USP, potranno indicare ricerche specifiche presso i propri studi, insomma un momento di rivoluzione per la nostra Associazione. Sul nostro sito verrà pubblicato per intero il protocollo d’accordo con l’Università, in modo che tutti possano sapere e capire bene cosa desideriamo fare e, soprattutto, parteciparvi. Un grande risultato che apre le porte universitarie internazionali ai liberi professionisti, che sono il nostro “Core”, come si suol dire.

Dott. Maggioni, oltre a questa collaborazione ne avete altre in progetto che vorreste attivare?§
I progetti e programmi di Aiola sono ambiziosi, certo dovremo trovare le forze per poterli attuare, ma sappiamo che i soci capiranno bene l’importanza di rinnovare la loro quota per il 2024 per portare nuove forze nell’Associazione: desideriamo ampliare i nostri rapporti e contatti con il mondo odontoiatrico in toto, dagli igienisti, soprattutto, agli operatori del settore, aziende produttrici, distributori sul territorio. Desideriamo lanciare un messaggio al mondo del laser, poiché tante associazioni procedono in modo individuale per la loro strada senza ricordarsi che uniti si vince e non si sprecano energie.

Il nostro desiderio è quello di riunire le forze, ognuno con le proprie peculiarità, per propagandare questa meravigliosa filosofia, che da come ben sappiamo era già nota, grazie a Einstein con il suo primo articolo del 1916 e dopo quello di Maiman del 1960 il quale ha messo le fondamenta per arrivare alle conoscenze dei giorni nostri. Il progetto prossimo futuro è quello di un simposio 2024 con la consorella SILO, con cui collaboriamo da anni, con ottimi risultati, nella realizzazione dell’evento Expodental Metting Unidi, in collaborazione con l’Università di Genova, ormai un appuntamento annuale consolidato. Consci degli ottimi risultati continueremo su questa via, oltre ai progetti webinar tenuti dal nostro Direttivo e dai soci attivi, dallo studio e promozione dell’Intelligenza Artificiale e non ultimo uno sguardo ai nuovi professionisti che arriveranno da AISO, rinnovando con loro i protocolli di collaborazione.

Per cui, Unidi 24, simposio Silo Aiola 24, webinar mensili (almeno 8 all’anno), ricerca e partenariato con Università San Paolo, corsi e rapporti con gli igienisti, patrocini ai congressi più importanti in Italia e all’estero, realizzazione di un Master di secondo livello… insomma penso che qualcosa da fare l’avremo.
Grazie al nuovo Direttivo saremo in grado di raggiungere questi obiettivi. Vorrei citare tutti i colleghi che mi aiutano in questa esperienza: Domenico Parroccini, Roberto Riversa, Saverio Capodiferro, Simone Stori, Giovanni D'Amico, Francesco Buoncristiani, Pietro Cremona, Alessio De Caro, Riccardo Marsalli, Marco Dossena, Pierantonio Nocentini e Giuseppe Barile.

Non potendo mancare il maestro Francesco Scarpelli, da cui l’idea Aiola parte e si realizza.

Saverio Capodiferro, Tesoriere AIOLA.

Dott. Capodiferro, le si occupa in prima fila dei progetti culturali che l’associazione porta avanti. Ci potrebbe anticipare le attuali programmazioni e quelle che saranno le proposte future a cui potranno prendere parte gli associati dell’Accademia?
Tutte le attività in essere vengono promosse verso i nostri soci in primis e poi verso un pubblico più ampio mediante tutte le piattaforme social e via e-mail. Al momento ci sono due webinar programmati e stiamo perfezionando le varie attività per il master di II livello che si terrà presso l’Università di Bari nel prossimo anno accademico.

L’AIOLA attiverà per l’anno 2024 un Master di II livello presso l’università di Bari. Dott. Capodiferro, ci potrebbe dare qualche indicazione in più in merito?
Bari è sempre stata pioniere nella laserterapia con i primi studi clinico-sperimentali a partire dal 2002-2003. Ci sono dei campi applicativi della laser terapia, per lo più chirurgici e anche avanzati nonché quello della fotocoagulazione, che in Italia sono partiti grazie agli studi del Prof. Gianfranco Favia, del Prof. Francesco Scarpelli e del sottoscritto proprio a Bari, anche in collaborazione stretta con l’anatomia patologica dello stesso Policlinico Universitario nella figura del Prof. Eugenio Maiorano, e che tuttora vanno avanti con un team molto più allargato. Chi frequenta da noi sia come studente sia da frequentatore o durante i Masters, ha la possibilità di vedere e toccare con mano la reale potenzialità della laser terapia, soprattutto applicata in tantissimi interventi chirurgici e non. Queste quindi sono le basi per un master avanzato che sicuramente sarà ricco per tutti coloro che vogliano perfezionarsi in tale ambito.

Simone Stori, direttivo AIOLA.

Tra le diverse attività che sono state intraprese negli ultimi anni, particolare rilevanza va data alla formazione a distanza che vede coinvolta attivamente l’Accademia. Ieri si è tenuto un webinar dal titolo “Parodontologia laser assistita” che è stato tenuto dal dott. Simone Stori. Dottore ci potrebbe illustrare i focus che sono stati trattati?
Innanzitutto ci terrei a dire che sono molto contento di essere parte del direttivo Aiola per il prossimo triennio. Il mio compito sarà quello di portare alcune novità all’interno dell’Associazione, la quale ritengo essere la più blasonata del comparto privato professionale italiano. Parlando di laser ed Intelligenza Artificiale, i soci di Aiola ed i loro amici potranno conoscere in anteprima le novità e ciò che accadrà a breve nella nostra professione. Fatta questa premessa, vorrei sottolineare come l’Accademia porta avanti una linea di pensiero semplice… Pensare al futuro e quindi anche alle nuove applicazioni, ricerche etc., ma sempre tenendo in prima considerazione i neofiti quali studenti, neolaureati e tutti coloro che non hanno mai preso in mano una fibra laser ai quali bisogna fornire le basi e gli strumenti fondamentali per capire, ragionare, sperimentare e alla fine appassionarsi all’utilizzo del laser in odontoiatria. La parodontologia, intesa non solo per le problematiche delle tasche, è uno di questi ambiti in cui tanto si può fare con i diversi laser in commercio… il webinar è stato appunto un momento di discussione su un ambito specifico.
È stato dedicato sia agli odontoiatri che agli igienisti dentali, eha proposto un excursus su come il LASER possa supportare efficacemente la terapia parodontale non chirurgica, al fine di renderla meno invasiva. Questo è sempre stato il focus da oltre 15 anni del mio studio dove abbiamo ormai trattato più di 4.600 pazienti parodontali. Nonostante le molte controversie in merito, dovute ad una mancanza di accordi tra i laseristi su protocolli e metodi, il che porta a carenze a livello di letteratura, il LASER, soprattutto quelli a near-infrared, danno risultati eccezionali ovviamente quando uniti a una diagnosi accurata e a una rimozione efficace del tartaro sopra e sotto gengivale. Nel webinar sono stati mostrati quindi quali sono i protocolli da adottare e vari casi clinici.

A quando il prossimo webinar?
Il prossimo webinar sarà realizzato il primo di dicembre dal Dott. Riccardo Marsalli. L’argomento verterà su “Microscopia e laser”.

Dott. Maggioni, tra le novità di quest’anno sappiamo che è stato realizzato un nuovo sito. Ci direbbe qualcosa in merito?
Abbiamo un sito performante http://aiola.org/ con il quale desideriamo rimanere in comunicazione costante con i nostri soci e amici. Abbiamo una sezione video, con aggiornamenti specifici, una sezione per vedere i nostri webinar e soprattutto gli eventi a cui diamo patrocini oltre i nostri appuntamenti. Siamo interattivamente a disposizione dei soci, grazie anche a Simone che mantiene i rapporti WhatsApp con metodi di ultima generazione. Visitare per credere!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement