Si replica a Madrid il trionfo del Premium Day

Search Dental Tribune

Si replica a Madrid il trionfo del Premium Day

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Foto: Premium Day Madrid
Sweden & Martina

By Sweden & Martina

ven. 15 novembre 2013

save

Con le congratulazioni dell’ambasciatore italiano in Spagna, Pietro Sebastiani, si è conclusa a Madrid la seconda straordinaria edizione del congresso di implanto-protesi integrata Premium Day, che la multinazionale Italiana ha gestito in modo esemplare: una serie di corsi pre-congressuali estremamente attraenti, che hanno visto la partecipazione di 250 odontoiatri.

un parterre di relatori italiani, spagnoli e portoghesi in grado di affrontare con sicurezza i temi più all’avanguardia dell’implanto-protesi; una location da favola per la serata di gala e in generale una organizzazione impeccabile sintetizzano l’evento della Sweden & Martina a Madrid, al quale hanno partecipato 600 odontoiatri e oltre 100 tra igienisti e odontotecnici.
Emozione non nascosta già il giovedi sera per la cerimonia di consegna di una serigrafia di un noto pittore contemporaneo spagnolo al Presidente Sandro Martina, da parte del COEM, lì rappresentato dalle più alte cariche odontoiatriche in Spagna: Ramon Soto-Yarritu Quintana, Presidente del Colegio de Odontologos de la Primera Region; Marisol Ucha Domingo, Vice Presidente del Colegio De Odontologos de la Primera Region; Guillermo Pradies, Coordinador de Investigacion y Actividades de la Fundaccion del Colegio de Odontologos de la Primera Region con l’Industria.

Nell’ambito del programma scientifico particolare attenzione è stata dedicata alle tecniche chirurgiche in campo rigenerativo, con l’apporto da un lato del chirurgo maxillo-facciale Marco Csonka di Catania, che ha presentato la sua ottima esperienza con le mesh in titanio TiNet, dall’altro del Prof. Juan Carlos De Vicente Rodriguez, che ha mostrato i protocolli di altissimo livello della Escuela de Estomatologìa di Oviedo, da lui diretta con successo. Molto apprezzate anche le esposizioni del Prof. Ugo Covani sul rialzo di seno per via crestale, con la presentazione di un nuovo approccio sviluppato dalla sua équipe presso l’Istituto Stomatologico Tirreno. I protocolli di carico immediato, nelle sue diverse declinazioni dai settori estetici all’abbinamento con i postestrattivi immediati, sono stati affrontati con successo dal dott. Eusebio Torres Carranza, dal dott. Francisco Riba Garcìa e dal Prof. João Caramés di Lisbona, che ha dedicato un’estensiva spiegazione a questa procedura anche su impianti zigomatici.
La gestione dei tessuti molli, argomento di grande attualità nel panorama implanto-protesico, è stata al centro della presentazione del Prof. Mariano Sanz Alonso, che ha predisposto una chiara analisi della letteratura più recente. Il dott. Roberto Abundo ha sviluppato poi il medesimo argomento secondo il suo approccio di chirurgia plastica parodontale, mostrando anche alcuni casi molto interessanti con il nuovo impianto Shelta, sviluppato in collaborazione con Sweden & Martina. Il dott. Ignazio Loi ha invece dimostrato come un concetto biologico di successo (la tecnica B.O.P.T. da lui messa a punto) possa essere declinato tanto nella protesi su dente naturale quanto nella protesi su impianti, mostrando casi a lungo termine di altissimo livello.
Estremamente esauriente anche la disamina sulle nuove tecnologie, che hanno trovato ampio spazio sia in termini di protesi Cad Cam, con il dott. Salvator Albalat Estela, il dott. Jorge Calvo de Mora e il dott. José Carlos Moreno Vazquez, sia in termini di impronta intraorale, argomento in cui è stata decisiva l’esperienza del Prof. Guillermo Pradìes Ramiro affinché la platea potesse capire ad oggi quali sono la realtà, i limiti e le potenzialità di questa tecnologia; infine, dopo un esaustivo corso precongressuale sui protocolli operativi semplici e ripetibili con laser a diodi, il dott. Antonio Bowen Antolìn di Madrid ha relazionato sulle applicazioni del laser a diodi in chirurgia e implantologia.

Non è mancato l’approfondimento sperimentale con il dott. Daniele Botticelli, che ha presentato i risultati più recenti dei protocolli in vivo ottenuti dal gruppo di ricerca ARDEC, da lui coordinati presso numerosi centri universitari esteri, dimostrando ancora una volta il solido supporto scientifico di cui godono gli impianti Sweden & Martina.
Molto attiva la partecipazione anche alla sessione per Igienisti, nella quale spiccano le relazioni di Rosario Velarde, Sol Archango e Leonor Martin; Annamaria Genovesi ha presentato le ultime novità sul mantenimento dei pazienti portatori di impianti, riscuotendo un enorme successo.
Tra gli Odontotecnici è stata seguita con particolare attenzione la sessione sui casi clinici con impianti Sweden & Martina, tenuta da utilizzatori di impianti Sweden & Martina i cui lavori erano stati scelti in precedenza da una commissione presieduta da Cesar Chust fra decine di proposte inviate.

La cena di Gala, affidata alla maestria dello chef 3 stelle Michelin Paco Roncero, si è svolta nell’elegante Casino de Madrid, che ha riportato i 450 ospiti indietro nel tempo fino a tarda notte, allietati da una piacevole musica e dall’open bar.
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement