L’evoluzione del concetto di benessere passa da Villafranca di Verona: etica e salute si incontrano

Search Dental Tribune

L’evoluzione del concetto di benessere passa da Villafranca di Verona: etica e salute si incontrano

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
© Ufficio stampa (www.benessere-etico.com/wp)
Ufficio stampa (www.benessere-etico.com/wp)

By Ufficio stampa (www.benessere-etico.com/wp)

lun. 20 aprile 2015

save

Dalla dieta dell’uomo primitivo a quella dell’uomo dello spazio.

Villafranca di Verona 17 aprile 2015: Grande successo di pubblico in apertura della due giorni che ha visto protagonisti, al Museo Nicolis, la Società scientifica POIESIS e l’Associazione Gerona 2005, unite per la prima volta nell’organizzazione di un evento unico nel suo genere. Un connubio tra estetica, nutrizione e benessere, che ha visto un’ampia partecipazione di addetti ai lavori e non. Riflettori puntati sull’ospite internazionale, Loren Cordain, esperto internazionale di evoluzione e nutrizione; esperti, giornalisti e accademici hanno seguito con grande interesse gli interventi dei relatori anche grazie al brillante coordinamento della conduttrice Tessa Gelisio.

«Rappresento un’associazione scientifica che ha tra gli obiettivi statutari il benessere della persona; per questo mi preme aggiungere la parola etica alle altre per dare il giusto valore a questa giornata importante», ha dichiarato in apertura Ezio Costa, presidente POIESIS. Estetica e etica si incontrano, dunque, in questa giornata, come specifica chiaramente Costa: «Abbiamo il dovere etico di approfondire il benessere della persona; i tecnicismi della professione si imparano in un weekend, per instaurare un rapporto con un paziente ci vuole una vita».

L’ospite di punta Loren Cordain ha catalizzato l’attenzione di un pubblico interessato e anche di qualche fan accorso apposta per ascoltarlo: «Il mio è un interesse che parte da lontano – dichiara il famoso professore americano – dagli studi su Darwin fino alle letture che mi hanno portato a coniare il termine di “paleodieta”. Tutto ciò che riguarda l’essere umano va visto alla luce dell’evoluzione; la dieta paleolitica ha un fondamento scientifico basato su studi condotti nel corso degli anni, e si fonda sulla scelta degli stessi gruppi di alimenti consumati in quel periodo». Dalla Terra, con il periodo Paleolitico, allo spazio, grazie al prezioso contributo del dottor Filippo Ongaro che segue da tempo l’astronauta Samantha Cristoforetti, con cui sta sviluppando un progetto legato all’alimentazione. Un interesse, il suo, che parte dagli studi sull’invecchiamento degli astronauti: «Sei mesi nello spazio corrispondono a 10 anni sulla Terra in termini di alterazioni metaboliche», dichiara alla platea.

Nutrizione e performance sono al centro anche dell’intervento di Aronne Romano, il nutrizionista che ha introdotto la paleozona in Italia e che segue da tempo atleti del calibro di Carlos Tevez, Wesley Sneijder e Marco Materazzi. Tra genetica, evoluzione, biochimica, fino alla consapevolezza di uno stile corretto di vita: questa la filosofia del nutrizionista che, nell’indicare una precisa correlazione tra cibi e infiammazioni, trova una sponda anche in Luigi Marzio Biasucci, ricercatore e docente presso il Dipartimento di Scienze cardiovascolari dell’Università Cattolica di Roma, che ricorda come quasi tutte le patologie cardiocircolatorie più diffuse derivino da abitudini alimentari sbagliate.

La paleodieta: come concordano gli esperti presenti, uno studio sul campo che continua da tre milioni di anni e che influirà ancora sui paradigmi futuri della nutrizione.

Un successo che sfiora le 500 presenze. Bellezza e benessere nel segno dell’etica. A Villafranca di Verona, la seconda tappa di un percorso innovativo.
Villafranca di Verona 18 aprile 2015. Grande successo di partecipanti per la due giorni veronese dedicata al benessere, nutrizione ed etica che si è aperta ieri con la conferenza stampa moderata da Tessa Gelisio. La prima edizione che vede il lavoro congiunto di POIESIS e Gerona 2005 sfiora, nella giornata di oggi, i 500 iscritti.

Di bilancio positivo parla il Dottor Ezio Costa, Presidente di POIESIS che precisa: «la giornata di ieri è stata dedicata ai lavori sulla professione ed alle relazioni politico-sindacali attraverso la partecipazione di ANDI e AIO, mentre non sono mancati i rappresentanti di università e scuole di formazione. Il documento finale che è stato elaborato vuole essere non solo una sintesi ma anche una risposta al Consiglio Superiore di Sanità riaffermando il ruolo professionale e le competenze odontoiatriche in relazione al rapporto con il paziente in grado di fornire una nuova immagine della più moderna odontoiatria».

Costa ha sottolineato la grande energia positiva che si è sviluppata in questa due giorni sottolineando: «Sono orgoglioso di aver contribuito con la mia Società scientifica al lavoro realizzato insieme a Gerona 2005 e ci tengo molto a citare i grandi professionisti di questi giorni come Aronne Romano, Marco Rossi, Giampaolo Fraccaroli e Antonio Fusco».

A coloro che chiedono gli sviluppi di questa fruttuosa collaborazione tra POIESIS e Gerona 2005, Costa conclude con la necessità di continuare su questa strada: «crediamo molto nel messaggio di questi giorni e che ha veicolato, ieri, i temi che legano bioetica e relazione di cura col paziente e, oggi, nutrizione e salute in modo etico». Etica è una parola costante che lega questa due giorni di lavori e come spiega ancora il Presidente POIESIS, «è fondamentale poiché significa coerenza nel rapporto col paziente».

embedImagecenter("Imagecenter_1_1735",1735, "large");

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement