Dental Tribune Italy

Il futuro dell’odontoiatria restaurativa tra nuove tecnologie e vendite abbinate

Shutterstock
By Dental Tribune International
March 12, 2019

Il mercato globale dei prodotti per l’odontoiatria restaurativa, nonostante alcune contraddizioni, vive una crescita persistente dovuta principalmente alla diffusione degli impianti dentali, delle protesi prodotte con il CAD/CAM e degli abutment. Così, mentre i prezzi scontati, le commodity e il bundling limitano i ricavi, la crescente richiesta di impianti e di nuovi prodotti di restauro sosterranno la crescita.

La forte crescita dell’odontoiatria restaurativa
L’aumento della domanda da parte dei dentisti, la consapevolezza dei consumatori, creata tramite campagne di marketing efficaci come quelle sostenute negli USA, e gli svariati riconoscimenti dell’implantologia sui mercati emergenti fanno prevedere una forte crescita del mercato degli impianti dentali e dell’abutment in Europa e Oltreoceano. Le nuove metodologie, più semplici, la conseguente riduzione dei prezzi e una crescente efficienza, resa possibile anche dagli investimenti delle più importanti aziende produttrici, hanno portato alla diffusione di nuove tecnologie come il CAD/CAM che, in passato, aveva reso gli abutment meno appetibili rispetto a quelli standard.

I mercati crescenti della tecnologia implantare
L’impianto rimane una soluzione che i mercati emergenti continuano a adottare ad un ritmo crescente specie in Cina e in India, Paesi in cui l’odontoiatria digitale è sempre più accettata. Un fenomeno in costante crescita, specialmente nei mercati più sviluppati, riguarda la diffusione delle guide chirurgiche per il posizionamento degli impianti e, con esso, quella dei software di pianificazione del trattamento e dei “kit” (sebbene limitati da quelli in omaggio in grandi ordini). Sono costituiti da strumenti specifici per l’implantologia, come trapani, alesatori, cricchetti, inseritori e retriever, fondamentali affinché lo specialista possa operare con successo.

Limitatori del mercato delle merci e altro
Nel 2018 il mercato degli impianti è stato caratterizzato da un’accesa concorrenza e in generale si è assistito ad una virata verso prodotti più convenienti a discapito dei brand premium. I nuovi clienti spesso non sono in grado di orientarsi tra l’ampia gamma di offerte per cui risultano più attratti da quelle in fascia media o economica. Questa transizione è accelerata nei mercati emergenti, dove si attribuisce un valore maggiore alla convenienza, come nei paesi cui risiedono le aziende produttrici quali Israele e la Corea del Sud. A questo si ricollega una crescente mercificazione del settore che, nonostante le pressioni normative, coinvolge concorrenti consolidati e piccoli fornitori locali attraverso una vasta diffusione di prodotti allogenici, xenotrapianti e sintetici, oltre agli omaggi inclusi dai produttori negli ordini (i “kit” comprensivi dei software di pianificazione del trattamento, i prodotti rigenerativi quali i sostituti dell’innesto osseo dentale e le membrane barriera) che spingeranno ulteriormente i ricavi al ribasso con previsioni negative fino al 2025.

Panorama competitivo per gli impianti dentali nel 2019
La crescente concorrenza del mercato degli impianti e degli abutment finali ha spinto le società dominanti come Dentsply Sirona, Nobel Biocare, Straumann e Zimmer Biomet a reagire tramite acquisizioni di aziende minori che offrono soluzioni a prezzi più contenuti, così da aggredire segmenti in crescita con la forza del proprio brand. Un esempio sono le acquisizioni di Neodent da parte di Straumann e di MIS Implants da Dentsply Sirona, così come per Nobel Biocare, che opera a metà prezzo a fi anco della sua controparte Implant Direct, entrambe del gruppo Danaher, lo stesso che a luglio 2018 annunciava lo scorporo del suo business dentistico in una società quotata separata. Nel panorama globale altri player cui prestare attenzione sono BioHorizons, considerata negli USA una delle opzioni premium più economiche e la sudcoreana OSSTEM IMPLANT, leader del mercato pacifi co-asiatico e in forte espansione.

Sugli Autori
Graeme Fell, analista presso iData Research, è stato il principale analista per il Global Market Report Suite for Dental Implants 2018-MedSuite oltre ad aver preso parte a numerosi progetti di ricerca per realtà produttrici di dispositivi medici. Jeffrey Wong è il capo-analista di iData Research. Per molti anni analista responsabile del maggior numero di progetti relativi alla ricerca medica, dentale e farmaceutica di iData, guida attualmente la strategia, lo sviluppo del prodotto e la consulenza nel settore ricerca di iData. Informazioni su iData Research IData Research (www.idataresearch.com) è una società internazionale di consulenza e ricerca di mercato il cui obiettivo è fornire il meglio dell’intelligence di mercato nel settore dentale, farmaceutico e dei dispositivi medici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Latest Issues
E-paper

DT Italy No. 11, 2019

Open PDF Open E-paper All E-papers

© 2019 - All rights reserved - Dental Tribune International