Dental Tribune Italy

L’FDI offre la guida COVID-19 ai professionisti del settore odontoiatrico

By FDI World Dental Federation
June 18, 2020

GINEVRA, Svizzera: L’epidemia di SARS-CoV-2 sta causando notevoli disagi alla professione odontoiatrica in tutto il mondo. I professionisti della salute orale, le associazioni odontoiatriche e gli enti regolatori si trovano ad affrontare diverse sfide per fornire assistenza odontoiatrica e promuovere la salute orale della popolazione, proteggendo al contempo pazienti e professionisti dalla minaccia rappresentata da SARS-CoV-2.

Il consiglio della FDI World Dental Federation ha ora rilasciato una dichiarazione sull’odontoiatria e la salute orale in relazione alla pandemia. Poiché si tratta di una nuova minaccia biologica, c’è una mancanza di conoscenza su di essa e sugli strumenti con cui si può combattere. Attualmente mancano le prove di come SARS-CoV-2 si diffonda e infetti le persone, e molte delle decisioni e delle raccomandazioni in materia di salute pubblica in vigore si basano su quanto è noto su virus simili. È quindi necessario rivedere e aggiornare continuamente le raccomandazioni. I professionisti della salute possono avere bisogno di aggiornare e modificare i comportamenti in linea con l’evidenza, man mano che si evolve.

La FDI consiglia di seguire le linee guida e le normative nazionali

In considerazione di ciò, la FDI ha raccomandato diversi principi chiave per la pratica odontoiatrica e la promozione della salute orale durante l’attuale pandemia: la salute orale è una componente fondamentale della salute e del benessere generale, che deve essere vista come un servizio pubblico essenziale reso il più possibile accessibile. Le autorità dovrebbero garantire che le normative non ostacolino inutilmente l’accesso all’assistenza sanitaria orale e dovrebbero mettere in atto misure per migliorare l’accesso, ove possibile.

Queste misure potrebbero includere servizi di teleodontoiatria, cliniche di emergenza e iniziative di promozione della salute orale. I professionisti della salute e dell’assistenza sanitaria orale dovrebbero essere inclusi in tutte le discussioni e le decisioni relative alla regolamentazione e alle indicazioni per la fornitura di assistenza durante la pandemia. Ove possibile e pertinente, le autorità dovrebbero fornire un adeguato supporto finanziario e amministrativo ai dentisti in qualità di proprietari di aziende e liberi professionisti e attuare misure fiscali appropriate per ridurre l’onere finanziario per gli studi dentistici per garantire una costante e adeguata assistenza durante e dopo la pandemia.

Tutte le normative e le linee guida per i professionisti della salute e dell’igiene orale dovrebbero tenere conto della situazione attuale della sanità pubblica, delle esigenze del paese e non solo del rischio di infezione individuale di medici e pazienti.

  • I professionisti della salute orale devono seguire rigorosamente tutte le linee guida e le normative nazionali in vigore, comprese quelle relative ai dispositivi di protezione individuale (DPI), alle procedure di trattamento e alle procedure di accettazione del paziente.
  • Le autorità dovrebbero garantire un facile accesso ai DPI a costi ragionevoli.
  • I professionisti della salute orale hanno la responsabilità di fornire assistenza di emergenza ogni volta che è possibile e come consentito dalle normative nazionali.
  • I professionisti della salute orale dovrebbero cogliere ogni opportunità per comunicare e rafforzare i messaggi di prevenzione delle malattie orali al fine di contribuire a ridurre il bisogno di cure, le visite odontoiatriche evitabili e i costi sanitari.
  • I titolari di uno studio dentistico hanno la responsabilità di proteggere la salute e il benessere del loro personale e dei pazienti.
  • Ulteriori ricerche sulla SARS-CoV-2 e sulla sua trasmissione, comprese considerazioni specifiche per la pratica odontoiatrica, sono essenziali per poter fornire una guida adeguata.

L’archivio della FDI sul COVID-19 offre ulteriori informazioni sull’argomento.

L’FDI World Dental Development Fund ha accetto progetti incentrati sulla risposta al COVID-19

La FDI ha accettato i progetti per il World Dental Development Fund (WDDF) fino al 15 giugno 2020. Le linee guida per l’accettazione sono state modificate per includere progetti che si sono concentrati sulla risposta COVID-19. Il fondo sostiene iniziative che promuovono e migliorano la salute orale e prevengono le malattie orali in aree a reddito limitato con esigenze di salute orale.

La FDI incoraggia i candidati provenienti dall’interno e dall’esterno della sua rete. I finanziamenti del WDDF sono disponibili per i non membri oltre che per i membri e gli associati FDI. Per avere diritto al finanziamento, i richiedenti non membri devono includere una lettera di approvazione da parte di un’associazione odontoiatrica nazionale che sia membro o associata dell’FDI. Tra i candidati precedenti vi sono stati ministeri della sanità, associazioni odontoiatriche nazionali, organizzazioni non governative, ospedali e università. La FDI cerca progetti che siano concepiti a beneficio di individui e comunità con comprovate esigenze di salute orale.

Il WDDF sostiene programmi innovativi di prevenzione delle malattie orali e di accesso all’assistenza sanitaria orale per le comunità svantaggiate di tutto il mondo. Il fondo sostiene progetti che hanno un impatto positivo sulla salute orale in diversi contesti. Maggiori informazioni sul programma e sui progetti WDDF sono disponibili qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Latest Issues
E-paper

DT Italy No. 6, 2020

Open PDF Open E-paper All E-papers

© 2020 - All rights reserved - Dental Tribune International