Le novità di Expodental 2018 viste dal Presidente di PROMUNIDI organizzatrice

Search Dental Tribune

Le novità di Expodental 2018 viste dal Presidente di PROMUNIDI organizzatrice

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Fabio Velotti, Presidente della PROMUNIDI
Dental Tribune Italy

By Dental Tribune Italy

lun. 14 maggio 2018

save

A Fabio Velotti, Presidente della PROMUNIDI, braccio operativo di UNIDI e organizzatrice di Expodental Meeting 2018, Dental Tribune ha chiesto alcune considerazioni su questa edizione.

Può indicarci tra le tante novità, una peculiarità specifica?
Abbiamo fatto una riflessione in più per migliorare ulteriormente l’esperienza di chi ci visiterà: accogliendo i preziosi suggerimenti arrivati dagli oltre 18.000 visitatori accorsi lo scorso anno da tutta Italia (e dall’estero!), abbiamo deciso di posticipare l’orario di apertura alle ore 10.00 (tutti i giorni) e di chiusura (venerdì fino alle 20.00 e il sabato fino alle 18.00): tutto questo per consentire agli addetti ai lavori una visita accurata, ottimizzando le giornate trascorse tra gli stand e nelle sale congressuali, ma anche per prendersi il tempo di fare networking con colleghi e collaboratori negli stand durante i cocktail serali.

 Su cosa ha puntato PROMUNIDI per tener sempre desta l’attenzione di espositori e visitatori?
Puntiamo sui contenuti, consistenti sia per quantità che per qualità. A partire dal programma scientifico, vario e ricco di eventi interessanti per tutti i professionisti del settore, con corsi accreditati ECM gratuiti per gli odontoiatri, eventi per gli odontotecnici, sale dedicate al marketing e alla comunicazione, corsi di formazione per igienisti dentali e ASO. E poi abbiamo anche quest’anno EXPO3D, l’area dedicata al digitale, rinnovata, ampliata e posizionata all’ingresso della manifestazione per sottolinearne l’importanza.

Accanto al digitale, tema di grande attualità, ne sta emergendo qualche altro di particolare interesse?
In questo periodo un altro tema interessante è il nuovo Regolamento Europeo sui Dispositivi Medici: anche questo, un po’ come il digitale, è un cambiamento che nel futuro prossimo rivoluzionerà il modo di lavorare di tutti i soggetti coinvolti nel settore, dall’industria al professionista. In quest’ambito UNIDI è molto attiva nel tutelare l’interesse delle aziende italiane e nel tenerle informate sulle implicazioni delle nuove normative. Nel 2018 abbiamo dedicato all’argomento un ciclo di eventi formativi per le imprese del settore e anche in Expodental sarà approfondito nella giornata di giovedì: al mattino ci sarà un evento sugli operatori economici nel quadro dei nuovi regolamenti sui dispositivi medici, mentre al pomeriggio si terrà una conferenza promossa da UNIDI e da CAO Nazionale sulle implicazioni della normativa nel settore odontoiatrico.

Non dimentichiamo inoltre che dal 16 al 21 settembre 2018 a Milano si svolgerà la 54esima Riunione annuale dell’ISO/TC 106 Dentistry - il comitato tecnico dell’ISO (International Standards Organization) che elabora le norme del settore dentale, di cui UNIDI si è fatta promotrice insieme a UNI mettendo a disposizione risorse e personale.

L’UNIDI è sempre più internazionale. Tale caratteristica si riverbera anche sulla sua principale manifestazione?
Certamente. Negli ultimi due anni Expodental Meeting è cresciuta molto anche sotto questo punto di vista. Aumentato sia il numero di espositori dall’estero che quello dei visitatori e dei buyers, grazie anche alla preziosa collaborazione con l’ICE. Quest’anno le aziende italiane presenti in fiera incontreranno più di 80 delegati provenienti da 20 Paesi, con un focus particolare sui quelli del Sud-est asiatico; siamo al lavoro per accentuare la presenza di odontoiatri e odontotecnici provenienti da aree geografiche di interesse per le imprese espositrici. In futuro, la collaborazione con IEG si amplierà anche al lato commerciale per rendere Expodental ancor più internazionale dal punto di vista degli espositori proveniente dall’estero.

Il ritorno a Rimini degli Amici di Brugg ha qualche significato particolare? Lascia forse intravvedere altri sviluppi?
La collaborazione naturalmente si è rinnovata, adattandosi al nuovo format di Expodental Meeting: i loro eventi vanno ad arricchire un programma molto vasto in cui sono coinvolti molteplici attori. Tutte le più importanti Associazioni del settore sono coinvolte, tantissime università hanno messo a disposizione i loro relatori e le aziende arricchiranno il programma con i loro workshop.

Dal programma emerge una particolare ricchezza anche del giovedì, mentre in passato giornate clou erano il venerdì e il sabato. Lei conferma questa impressione?
Una delle innovazioni che stiamo portando in Expodental è arricchire il più possibile il giovedì e il sabato, per sfatare un po’ il mito del venerdì, giorno clou della manifestazione. È importante che l’investimento fatto dalle aziende sui tre giorni sia ottimizzato al massimo. In quest’ottica sono stati concepiti l’allungamento della giornata di sabato fino alle 18 e il posizionamento strategico di eventi importanti anche il giovedì e il sabato stesso.

Cosa vorrebbe si dicesse in futuro dell’evento 2018?
“Bisogna tornarci!”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement