Search Dental Tribune

Intervista a Sandro Martina, presidente dello storico gruppo Sweden & Martina

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Redazione Dental Tribune

By Redazione Dental Tribune

mer. 4 maggio 2022

save

Dal 23 al 25 giugno torna in presenza a Padova lo storico appuntamento con Sweden & Martina, rinnovato nella formula per dare spazio a 6 congressi che si svolgeranno contemporaneamente. Abbiamo intervistato il Presidente, Sandro Martina, che ci introduce a questo grande evento, e al significato che ha per la storia dell’azienda.

Dott. Martina cosa devono aspettarsi i congressisti che si iscriveranno a questo 19mo International Symposium organizzato da Sweden & Martina?
Questo è un anno molto importante per tutti noi perché festeggiamo i 50 anni di attività di Sweden & Martina, e il modo migliore ci è sembrato coinvolgere tutti i professionisti che hanno scelto di percorrere con noi questa strada, dagli implantologi agli endodontisti, dai parodontologi agli ortodontisti, senza dimenticare gli odontotecnici, gli igienisti e le assistenti. Lo stop and go forzato dalla pandemia degli ultimi due anni non ha arrestato l’azienda, anzi ci ha dato modo di concentrare i nostri sforzi nella progettazione di nuove soluzioni in tutti questi settori, pertanto ci sembrava doveroso organizzare una grande manifestazione internazionale, per condividere questa progressione tecnologica esponenziale con le migliaia di persone che collaborano con noi da 50 anni. Posso dire senza ombra di dubbio che sarà un congresso tutt’altro che banale, che avrà una risonanza anche nei mesi futuri.

In effetti, in termini di innovazione Sweden & Martina ha forzato il mercato a rapidi cambiamenti, sia in passato che di recente.
È vero: quando raccontiamo la storia dell’azienda attraverso i nostri prodotti, soprattutto ai medici che vengono a visitarci in sede da tutti i paesi del mondo, ci accorgiamo che non siamo mai rimasti fermi, che abbiamo sempre guardato più in là, con idee ambiziose e di rottura, se vogliamo, ma che ci hanno sempre dato ragione. Due casi eclatanti sono stati gli strumenti endodontici M2, dei quali quest’anno abbiamo lanciato l’evoluzione M2 Scouting e M2 Minimal, e l’impianto Prama, che ha sovvertito i paradigmi dell’implantologia. Con una tempistica molto coraggiosa, proprio nel 2020 quando molti professionisti avevano addirittura paura di riaprire gli studi, noi abbiamo voluto rilasciare i nuovi colli di Prama, dando loro un nuovo motivo di entusiasmo verso la professione, portandoli alla nostra visione sempre in prospettiva. E questo, devo dire, ci ha premiato.

50 anni sono un traguardo che non tutte le aziende possono vantare. Sembra scontato, ma non possiamo non chiederle qual è il segreto del successo di Sweden & Martina.
La longevità dell’azienda è legata indissolubilmente al suo trend di crescita: se in questo mezzo secolo fossimo rimasti al volume di business iniziale, nessuno sarebbe qui a celebrare. Credo che nel nostro DNA ci sia il non accontentarsi mai, il voler a tutti i costi un successo eclatante. Quando definisco “esponenziale” la continuità della progressione scientifica e della ricerca e sviluppo che ha avuto l’azienda, lo faccio leggendo i dati del successo che le nostre proposte stanno avendo sia in Italia che all’estero, soprattutto negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Spagna. Ma se questo fermento di innovazione non venisse condiviso, spiegato e messo a disposizione di tutti con protocolli semplici per l’uso dei prodotti, non avrebbe alcun senso. Per questo abbiamo sempre creduto nelle attività di divulgazione, anche quando sembrava impensabile. Durante i vari lockdown non abbiamo mai smesso di offrire ai clinici webinar gratuiti e discussioni con i nostri opinion leader, ma ora abbiamo tutti voglia di tornare ad incontrarci.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *