Amazon fa un altro tentativo di entrare nel settore sanitario

Search Dental Tribune

Amazon fa un altro tentativo di entrare nel settore sanitario

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

Amazon sta bussando alla porta di One Medical, un fornitore di servizi sanitari di persona, digitali e virtuali (Image: Julie Clopper/Shutterstock).

ven. 9 dicembre 2022

Salva

SEATTLE, USA: Amazon ha firmato un accordo a luglio per l’acquisizione di One Medical, un fornitore di assistenza sanitaria incentrato sulla tecnologia che combina servizi sanitari alla persona, digitali e virtuali. Dato che Amazon ha recentemente annunciato la chiusura del suo servizio di telemedicina Amazon Care dopo appena due anni di attività, l’ultima acquisizione rappresenta un altro tentativo di portare l’azienda nel mercato sanitario statunitense.

L’acquisto di One Medical sarebbe una delle acquisizioni più costose del gigante della vendita al dettaglio se ricevesse il via libera dalle autorità di regolamentazione antitrust statunitensi. Le due società hanno stipulato un accordo di fusione alla fine di luglio in cui Amazon avrebbe dovuto pagare 3,9 miliardi di dollari in contanti per la giovane azienda. A settembre, la Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti ha richiesto maggiori informazioni sulla fusione, interrompendo di fatto l’accordo fino a quando le due società non avranno ottemperato alle richieste dell’autorità di regolamentazione. La presidente della FTC Lina Khan ha fatto una critica aperta alle pratiche commerciali di Amazon e all’espansione della Big Tech in altri settori. Secondo quanto riferito, la raccolta di dati privati è una delle preoccupazioni principali di Kahn.

Alla domanda all’inizio di quest’anno sull’espansione di Amazon nel settore sanitario, Kahn ha dichiarato al Washington Post, di proprietà del fondatore di Amazon Jeff Bezos, che c’era «altro lavoro da fare per comprendere appieno cosa significa per queste aziende entrare in tutti questi altri mercati e industrie». One Medical è un servizio incentrato sui membri che mira a trasformare l’assistenza sanitaria di base attraverso “uffici tranquillizzanti” situati vicino a dove essi vivono, lavorano e fanno acquisti. Anche l’azienda con sede a San Francisco è high-tech. Offre accesso 24 ore su 24 all’assistenza virtuale e consente ai membri di prenotare appuntamenti e tenere traccia delle proprie cartelle cliniche utilizzando un’app. L’acquisizione di One Medical fornirebbe ad Amazon una forza lavoro sanitaria, una rete fisica di circa 180 uffici in 12 stati degli Stati Uniti e l’accesso alla tecnologia sanitaria virtuale che One Medical ha costruito.

One Medical ha chiuso il terzo trimestre con 815.000 membri, il 14% in più rispetto al trimestre precedente, e una perdita di 117,3 milioni di dollari dalle sue operazioni.

I commenti di Neil Lindsay, vicepresidente senior di Amazon Health Services, suggeriscono che, attraverso l’acquisizione di One Medical, Amazon cercherà di portare ai pazienti alcuni dei vantaggi che hanno reso le sue attività di vendita al dettaglio e di prodotti alimentari un successo con i consumatori. Lindsay ha dichiarato in un comunicato stampa: «Pensiamo che l’assistenza sanitaria sia in cima alla lista delle esperienze che necessitano di reinvenzione. Prenotare un appuntamento, aspettare settimane o addirittura mesi per essere visitati, prendersi una pausa dal lavoro, guidare verso una clinica, trovare un parcheggio, aspettare nella sala d’attesa e poi nella sala esami per quelli che troppo spesso sono pochi minuti frettolosi con un dottore, poi fare un altro viaggio in una farmacia: vediamo molte opportunità sia per migliorare la qualità dell’esperienza sia per restituire alle persone tempo prezioso nelle loro giornate». Lindsay ha aggiunto: «Adoriamo inventare per rendere più semplice ciò che dovrebbe già esserlo e vogliamo essere una delle aziende che contribuirà a migliorare notevolmente l’esperienza sanitaria nei prossimi anni».

Amazon non è nuovo nel settore sanitario. La società ha fondato Haven Healthcare nel 2018 insieme alla banca d’investimento JPMorgan Chase e al conglomerato Berkshire Hathaway. Le operazioni di Haven sono terminate all’inizio del 2021. Come ha fatto in altri settori, Amazon ha utilizzato acquisizioni strategiche per tentare di ottenere trazione nel settore sanitario, anche attraverso l’acquisto nel 2018 della farmacia online PillPack, che ora opera come Amazon Pharmacy. Nel 2019, Amazon ha acquisito la start-up di tecnologia medica Health Navigator che, a sua volta, l’ha aiutata a costruire Amazon Care. Secondo quanto riferito, il servizio di telemedicina e assistenza domiciliare ha entusiasmato i pazienti ma non è riuscito a coinvolgere un numero sufficiente di datori di lavoro e Amazon ha recentemente annunciato che Amazon Care non vivrà fino al 2023.

Con l’avanzare dell’acquisto di One Medical, gli obiettivi di Amazon nel settore sanitario restano da valutare. Alcuni esperti del settore sanitario si aspettano che l’azienda si concentri sulla fornitura di assistenza agli anziani o si concentri sull’assistenza sanitaria del datore di lavoro. Amazon è uno dei maggiori datori di lavoro privati negli Stati Uniti e l’assistenza sanitaria è una spesa importante per il “libraio” di una volta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement