Dental Tribune Italy

SARS-CoV-2 potrebbe entrare nei polmoni attraverso le gengive, come riferiscono gli esperti

LEIPZIG, Germania: Con l’avanzare della pandemia di COVID-19, sono state scoperte sempre più informazioni sul virus e sulla malattia. In precedenza si riteneva che la SARS-CoV-2 infettasse i polmoni solo attraverso le vie aeree superiori. Ora, è stata pubblicata un’altra ipotesi che suggerisce come il virus si trasmetta per via vascolare dalla cavità orale ai polmoni.

Il team di ricercatori del Salisbury District Hospital, dell’Università di Birmingham nel Regno Unito e del Mouth-Body Research Institute di Los Angeles negli Stati Uniti e di Città del Capo in Sud Africa ha ipotizzato che l’accumulo di placche dentali e l’infiammazione parodontale rendano più probabile che il SARS-CoV-2 raggiunga i polmoni dalla bocca causando casi più gravi di infezione.

Le prime osservazioni delle scansioni polmonari di pazienti affetti da polmonite da COVID-19 effettuate dal consulente radiologo Dr. Graham Lloyd-Jones, principale autore dell’ipotesi, hanno portato a una collaborazione tra ricercatori medici e odontoiatrici sulla possibile via di ingresso nel flusso sanguigno.

Il modello del team prospetta come la bocca fornisca un serbatoio per il virus per prosperare nella saliva e come qualsiasi violazione delle difese immunitarie orali faciliti l’ingresso del virus nel flusso sanguigno. Muovendosi dai vasi sanguigni della gengiva, si ipotizza che il virus passi attraverso le vene del collo e del torace fino al cuore prima di essere pompato nelle arterie polmonari e nei piccoli vasi della base polmonare e della periferia.

Il coautore Dr. Iain Chapple, professore di parodontologia all’Università di Birmingham, ha commentato: «Questo modello può aiutarci a capire perché alcuni individui sviluppano la malattia polmonare COVID-19 e altri no. Potrebbe anche cambiare il modo in cui gestiamo il virus – esplorando trattamenti poco costosi o addirittura gratuiti mirati alla bocca e, in ultima analisi, salvando vite umane».

«Sono urgentemente necessari degli studi per approfondire questo nuovo modello, ma nel frattempo l’igiene orale giornaliera e il controllo delle placche non solo miglioreranno la salute e il benessere orale, ma potrebbero anche salvare vite umane nel contesto pandemico», ha spiegato Chapple.

Questa scoperta potrebbe rafforzare l’attenzione alla salute orale come azione potenzialmente salvavita. Per questo motivo i ricercatori hanno raccomandato di adottare misure semplici ma efficaci e quotidiane per mantenere l’igiene orale e ridurre i fattori che contribuiscono alla malattia parodontale, come l’accumulo di placche. Tali misure comprendono l’uso regolare di collutori, che possono contribuire a ridurre il rischio di trasmissione del virus dalla bocca ai polmoni nei soggetti affetti da COVID-19 e contribuire a prevenire infezioni gravi.

Lo studio, intitolato «The COVID-19 pathway: A proposed oral-vascular-polmonary route of SARS-CoV-2 infection and the Importanza of oral healthcare measures», è stato pubblicato online sul Journal of Oral Medicine and Dental Research il 20 aprile 2021.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2021 - All rights reserved - Dental Tribune International