Progetti e novità “Made AIOLA”: intervista al Presidente il Dott. Maurizio Maggioni

Search Dental Tribune

Progetti e novità “Made AIOLA”: intervista al Presidente il Dott. Maurizio Maggioni

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.
Maurizio Maggioni, Presidente AIOLA.
Dental Tribune Italia

By Dental Tribune Italia

mer. 6 luglio 2022

save

Lo scorso maggio si è svolta a Rimini, nell’ambito dell’Expodental Meeting, l’Assemblea Annuale AIOLA 2022. In questa occasione, oltre ai tanti punti dell’ordine che sono stati votati all’unanimità, è stato comunicato come AIOLA sia stata ufficialmente riconosciuta quale società scientifica dal Ministero della Salute. Di questo tema e dei tanti progetti culturali che AIOLA ha in serbo nei prossimi mesi, ne parliamo con l’attuale presidente, il Dott. Maurizio Maggioni.

Buon giorno dottore, ci dà un suo commento in merito al riconoscimento di AIOLA quale società scientifica dal Ministero della Salute.
Sì, fin dall’inizio abbiamo ritenuto che essere riconosciuti come società accreditata all’albo delle società scientifiche fosse molto importante per poter iniziare un percorso di affermazione scientifica della laser terapia. L’essere stati riconosciuti come le altre consorelle, quali la Silo e tante altre, è un risultato importante che permetterà ad AIOLA di lavorare alla pari per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti sin dalla fondazione: il riconoscimento della cultura della laser terapia e la realizzazioni di protocolli di utilizzo per le singole lunghezze d’onda.

Questo importante riconoscimento vi permetterà di collaborare con le altre associazioni di laser nella definizione delle linee guida e raccomandazioni in merito al laser. Quali sono i focus su cui concentrerete la vostra attività?
Entrare a far parte dell’albo delle società scientifiche ci permetterà di lavorare in simbiosi e scambiarci informazioni come avvenuto a Rimini, dove abbiamo già iniziato a lavorare sulle linee guida in endodonzia. Grazie alla condivisione del bagaglio culturale e scientifico di ogni associazione, avremo l’opportunità di redigere dei protocolli specifici. Tutto ciò sarà un’affermazione per le società italiane e attraverso queste linee guida verranno fornite indicazioni specifiche a tutto il panorama dell’odontoiatria, permettendo a coloro i quali si avvicineranno alla nostra filosofia di avere indicazioni specifiche per sapere come utilizzare i vari macchinari presenti in commercio.

Nell’offerta formativa di AIOLA spicca il master “Laser e nuove tecnologie in odontoiatria e nel periorale”. Ci può dare qualche dettaglio in merito? A suo avviso cosa dovrebbe spingere un professionista a iscriversi? Quali sono i focus del programma?
Il master di secondo livello che partirà nel 2023 con l’Università Unicamillus, vede il compimento degli sforzi di AIOLA nel rendere partecipi la professione odontoiatrica, e non solo, della conoscenza del laser. L’Accademia, partendo nel 2001 con il primo corso di perfezionamento con l’Università di Firenze, passando per i corsi all’estero presso l’Università di San Paolo in Brasile fino a giungere all’Università di Siena, dove istituimmo il primo corso in Italia sia per odontoiatri che per gli igienisti, è stata precursore dei tempi.
Grazie a ciò, oggi siamo giunti alla collaborazione con l’Istituto Stomatologico Toscano e Unicamillus e coroniamo un percorso formidabile che ha visto il Prof. Ugo Covani, grande amico AIOLA, come faro della terapia laser.

Questo progetto nasce dopo il ventennale di AIOLA, festeggiato con il congresso di Bergamo, che ha visto l’alto contributo scientifico dei Relatori coordinato dalla presidenza congiunta di Enrico Gherlone, Ugo Covani e il sottoscritto. Il messaggio dell’evoluzione della cultura e della scientificità trasmesso dal congresso è alle fondamenta del progetto di cui stiamo parlando: noti professionisti, clinici e ricercatori, uniti con le aziende a promuovere i moduli formativi che per 10 incontri, in presenza e in remoto, forniranno la conoscenza ai discenti. Saranno presenti moduli clinico pratici con tutor forniti da AIOLA che seguiranno passo a passo la conoscenza dei protocolli terapeutici. Il master inoltre erogherà 60 crediti universitari da Unicamillus, pari a 50 ECM.

Siamo certi delle ottime conoscenze che i colleghi potranno acquisire anche grazie al supporto delle maggiori aziende del settore, che da anni ci seguono e che forniranno le macchine necessarie alle prove pratiche e terapeutiche che si svolgeranno presso la sede dell’Istituto Stomatologico Toscano a Camaiore.

La formazione “Made AIOLA” prevede anche una serie di webinars nel 2022. Questa modalità di condivisione di conoscenze è stata abbracciata da tutte le associazioni e società scientifiche. Ci può illustrare il vostro programma 2022?
AIOLA da sempre è stata attenta a fornire agli operatori delle indicazioni cliniche e, i nostri seminari online, ci permetteremo di dare ulteriori focus specifici, come peraltro già avvenuto nel webinar di giugno. Nel 2022 sono in programma altri due incontri online, che si svolgeranno nei mesi di ottobre e novembre e attraverso i quali i soci e gli amici AIOLA invitati, potranno seguire le relazioni tenute dai membri del direttivo AIOLA ognuno per lo specifico comparto. Tra i focus tratti ci saranno i temi della protesi, della biostimolazione e molti altri. Questo permetterà di avere una formazione a distanza senza dover far spostare soci e amici e sarà successivamente possibile ottenere i crediti attraverso il corso che ne nascerà dalla registrazione degli eventi realizzati nel 2022.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement