Dental Tribune Italy

Intervista: “Inizia tutto con il giusto adesivo”

By Kuraray Noritake Dental
June 15, 2021

Il Dott. Max Andrup, classe 2010 dell’Università di Umeå, attualmente dirige uno studio privato nella città di Hudiksvall in Svezia, dove porta avanti la sua passione per l’odontoiatria restaurativa con un approccio biomimetico. In questa intervista, ci parla del futuro dell’odontoiatria restaurativa e spiega perché si affida ai prodotti Kuraray Noritake Dental per la sua pratica quotidiana.

Dott. Andrup, potrebbe raccontarci un po’ della sua carriera in ambito odontoiatrico fino a oggi?
Per i primi anni della mia carriera, ho cercato di specializzarmi in chirurgia orale e maxillofacciale. Per varie ragioni, sono finito invece ad acquistare il mio studio e non potrei essere più felice di questa scelta! Mi permette di prendermi il mio tempo con i pazienti e concentrarmi sull’offerta di trattamenti di elevata qualità, assieme a colleghi con i quali lavoro con vero piacere.

Come si è sviluppata la sua passione per l’odontoiatria restaurativa?
Mi è sempre piaciuto riportare la dentatura dei pazienti a uno stato funzionale ed estetico. Non ricordo bene come mai, ma ho cominciato a seguire account odontoiatrici sui social media per ampliare i miei orizzonti e vedere come gli altri risolvevano situazioni cliniche impegnative. Si è rivelata una svolta decisiva per la mia carriera, perché ho trovato tanta ispirazione e imparato moltissimo da ciò che gli altri condividevano.

Ha una filosofia per quanto riguarda l’odontoiatria? Se sì, quali sono i suoi principi guida?
Sapendo che molte persone non amano andare dal dentista, l’obiettivo nel mio lavoro è sempre stato non solo quello di offrire un’eccellente assistenza medica orale, ma anche un’esperienza confortevole e rilassante. Il mio obiettivo finale è quello di far sì che non ci siano pazienti in ansia per la loro visita. Questo non significa che i pazienti non vedranno l’ora di andare dal dentista, ma quanto meno non si tratterà di qualcosa che li tiene svegli la notte.

Quando è venuto a conoscenza del portafoglio di prodotti di Kuraray Noritake Dental?
Circa tre anni fa ho trovato questi account Instagram che parlavano del nuovo standard di adesivi e di odontoiatria restaurativa biomimetica. Hanno attirato la mia attenzione e ho cominciato a leggere numerose pubblicazioni scientifiche per comprendere il motivo per cui alcuni adesivi funzionavano meglio di altri, perché certi compositi sono preferibili quando si sostituisce la dentina in profondità, eccetera. Continuavano a venire fuori i prodotti di un’azienda in particolare: Kuraray Noritake Dental. Non avevo mai lavorato con i loro prodotti prima, ma, convinto da ciò che avevo letto e visto, ho ordinato una confezione starter con l’adesivo CLEARFILTM SE Protect, CLEARFIL MAJESTYTM Flow e CLEARFILTM AP-X e da allora non sono mai tornato indietro!

Quali prodotti di Kuraray Noritake Dental usa quotidianamente nel suo lavoro e perché?
Il prodotto senza il quale potrei non sopravvivere è l’adesivo CLEARFILTM SE Protect. È avvalorato da un livello di ricerca ed esperienza clinica tale da darmi la massima fiducia durante le procedure di odontoiatria restaurativa. Contiene il monomero MDPB, che garantisce livelli inferiori di degradazione dell’adesione. Se si vuole ottenere una forza adesiva alla dentina dell’ordine di grandezza di 40-50 MPa*, si deve iniziare con il giusto adesivo, e CLEARFILTM SE Protect è esattamente ciò che serve.
* a seconda del metodo di prova

Quali pensa saranno le tendenze o i punti focali nell’odontoiatria restaurativa dei prossimi anni?
Purtroppo, credo che la tendenza nel campo dell’odontoiatria continuerà ad andare verso la semplificazione con materiali da restauro bulk-fill e adesivi a un solo passaggio. Capisco bene perché: le procedure semplici sono più rapide e molti medici hanno davvero poco tempo a disposizione. Tuttavia, la verità è che sviluppare una forte adesione alla dentina richiede tempo e bisogna sapere bene come agisce il materiale per far sì che l’adesione duri nel tempo.

Negli ultimi anni, sono emerse nuove tecnologie che rendono più facile studiare ciò che succede sul fondo di una cavità quando si posizionano materiali da restauro bulk-fill e, come previsto, lo stress da contrazione del processo di polimerizzazione forma dei buchi sul fondo della cavità. Questo comporta sensibilità post-operatoria e, con il tempo, un’adesione deteriorata. Ottenere un’adesione forte e duratura alla dentina inizia con un adesivo top di gamma come CLEARFILTM SE Protect, ma se non si rispetta lo strato ibrido e sopra si posiziona un bulk-fill, molto probabilmente non darà i risultati sperati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2021 - All rights reserved - Dental Tribune International