ADA annuncia “gli ambasciatori del benessere” per aiutare i dentisti alle prese con problemi di salute mentale

Search Dental Tribune

ADA annuncia “gli ambasciatori del benessere” per aiutare i dentisti alle prese con problemi di salute mentale

E-Newsletter

The latest news in dentistry free of charge.

La prima coorte di ambasciatori del benessere imparerà a mettere in contatto i dentisti delle loro organizzazioni con i servizi di salute mentale e a offrire supporto contro il burnout (Image: Shutterstock/Monkey Business Images).

CHICAGO, USA: l’American Dental Association (ADA) ha annunciato il lancio di un programma unico nel suo genere, progettato per mettere in contatto i dentisti con problemi di salute mentale con risorse e servizi di supporto attraverso gli “ambasciatori del benessere”, volontari che rappresentano organizzazioni odontoiatriche di tutte le dimensioni.

Secondo un comunicato stampa, il programma intende affrontare il drammatico aumento del numero di medici che segnalano problemi di salute mentale, tra cui l’ansia. Pur non essendo professionisti della salute mentale, gli “ambasciatori del benessere” aiuteranno i dentisti in difficoltà fornendo un supporto e il collegamento a risorse professionali. La speranza è che queste misure attenuino anche il burnout.

Tra gli ambasciatori c’è la dottoressa Karen Foster del Colorado, che ha redatto una risoluzione sull’importanza della salute mentale dei dentisti, approvata dalla Camera dei delegati dell’ADA del 2021. Ha commentato «L’ADA e l’odontoiatria sono come una famiglia per me. Credo che le passioni nella vita si scoprano con l’esperienza. Ho perso uno dei miei migliori amici, un membro della famiglia di dentisti, per suicidio. Voglio fare tutto ciò che è in mio potere per mantenere la nostra “famiglia” al sicuro ed essere un “ambasciatore del benessere” mi permette di onorare la sua memoria e di agire verso la mia passione che è quella di dare priorità alla salute mentale per tutti, specialmente per i dentisti».

Il presidente dell’ADA, George Shepley, ha dichiarato «Si tratta di un lavoro molto importante. Sono grato che lo stiamo portando avanti. Dobbiamo prenderci cura della nostra “famiglia”».

La prima coorte del programma si è recata a Chicago a novembre per partecipare alla formazione iniziale in un processo di onboarding di un anno. I membri di questo gruppo inaugurale sono il dottor Alejandro Barrera del Texas, la dottoressa Amisha Singh del Colorado, la dottoressa Cathy Hung del New Jersey, la dottoressa Julie Spaniel dell’Oregon, il dottor David Lesansky del North Carolina, il dottor William Hamel III dell’Illinois, il dottor Brian Toorani della California, Anne Morrison del Nebraska e il dottor Joel Collins della Georgia. Ciascuno di questi volontari sarà responsabile della direzione di tre progetti che promuovono il programma nelle loro aree locali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

advertisement
advertisement