Dental Tribune Italy

Odontoiatria sostenibile in 500 parole o più: seconda parte

By Dr Sanjay Haryana
September 01, 2021

SINGAPORE: Perché i professionisti del settore dentale dovrebbero impegnarsi per un'odontoiatria sostenibile? In primo luogo, è la cosa giusta da fare eticamente; in secondo luogo, è un ottimo strumento di marketing; e infine, crea un luogo di lavoro attraente per i nuovi colleghi, poiché la ricerca indica che la generazione più giovane apprezza i luoghi di lavoro sostenibili più di un compenso monetario.

Prima di intraprendere i passi verso la creazione di uno studio e una pratica dentistica “verde”, il professionista dovrebbe capire che la sostenibilità riduce al minimo le insidie e semplifica il processo. Questo articolo fornirà una breve panoramica dello sviluppo sostenibile, concentrandosi sull'Agenda 2030 e sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite (ONU).

Lo sviluppo sostenibile moderno ha le sue origini nel 1972 e si è evoluto in processi e flussi di lavoro sofisticati. È ancora spesso associato alla lotta al riscaldamento globale e alla gestione irresponsabile dei rifiuti, e giustamente, ma l'argomento è complesso a causa dei molteplici fattori interconnessi.

L'Agenda 2030 è stata accettata dalle Nazioni Unite nel 2015 e ha l'obiettivo di "porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e garantire che entro il 2030 tutte le persone godano di pace e prosperità". Può essere descritto utilizzando le cinque P: persone, pianeta, prosperità, pace e partenariato. Proteggere le persone dalla povertà e dalla fame; adottare misure per proteggere il nostro pianeta dal degrado e dal riscaldamento globale; assicurarsi che si possa prosperare in simbiosi con il nostro ambiente; stabilire la pace per l'umanità; e poter vivere senza paura e violenza. Questo può essere ottenuto solo se le cinque P lavorano insieme, creando partnership locali e globali. Lo sviluppo sostenibile dipende dal progresso all'interno di tutte e cinque le P, poiché sono tutte collegate.

Senza collaborazione, non c'è pace; senza pace non c'è prosperità; e senza un pianeta non c'è futuro.

Le cinque P sono una panoramica dell'Agenda 2030, mentre gli SDG delle Nazioni Unite sono una scomposizione dell'Agenda 2030, che si basa sugli otto obiettivi di sviluppo del millennio (2000-2015) e ulteriormente divisa dai tre pilastri della sostenibilità - economico, sociale e ambientale - in 17 obiettivi tangibili e 169 azioni uniche. Questi punti di azione forniscono ulteriori indicazioni per un individuo che vuole praticare la sostenibilità utilizzando gli SDG o per un'organizzazione che ha lo stesso scopo.

Anche se gli SDG forniscono un corso d'azione strutturato e mirato con indicatori chiari, può ancora essere un compito arduo implementarli nella pratica quotidiana. Un modo alternativo per inquadrare il flusso di lavoro degli SDG è il modello a “torta nuziale” creato dal Prof. Johan Rockström e Pavan Sukhdev. Questo modello, che era rivolto all'industria alimentare, stratifica gli SDG in quattro strati come una torta nuziale, utilizzando l'ambiente (biosfera), la società e l'economia per i primi tre strati, e infine, aggiungendo gli SDG 17, chiamati “partnerships for the goals”, in cima.

Il prof. Johan Rockström e Pavan Sukhdev presentano un nuovo modo di vedere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Immagine: Azote Images per il Centro di resilienza di Stoccolma/Università di Stoccolma).

Il messaggio, in termini molto semplici, è che dobbiamo occuparci di tutti gli strati della torta nuziale per avere successo, ma alla fine, senza l'ambiente (biosfera) - il nostro pianeta - gli altri strati diventano ridondanti.

Come professionisti del settore dentale, possiamo lavorare a tutti i livelli per creare una pratica sostenibile di successo. Alcuni esempi sono:

  • Ambiente: l'SDG 13 si riferisce all'"azione per il clima". Qui, l'obiettivo 13.2 è ridurre le emissioni di gas serra, che è strettamente connesso al nostro lavoro quotidiano.
  • Società: l'SDG 3 si riferisce a "buona salute e benessere". Qui, l'obiettivo 3.8 è combattere le malattie non trasmissibili, che in odontoiatria riguardano principalmente la carie e la malattia parodontale.
  • Economia: l'SDG 12 riguarda "consumo e produzione responsabili". Qui, l'obiettivo 12.5 è concentrarsi sull'approvvigionamento e sulla gestione dei rifiuti come la riduzione, il riutilizzo e il riciclaggio.

Questi obiettivi sono solo esempi e spetta ai professionisti e agli studi decidere dove possono avere il maggiore impatto.

Inoltre, possiamo supportare le organizzazioni che lavorano direttamente con altre azioni, come quella di fornire acqua sicura e accessibile per tutti. Questo attività è un esempio di SDG 17 "partnerships for the goals", che è l'ultimo strato della torta nuziale. È anche qui che i professionisti del settore dentale possono avere un impatto importante a livello globale collaborando con fornitori sostenibili. Nella terza parte, l’argomento degli acquisti sostenibili sarà discusso nel dettaglio.

Nota editoriale: in questa serie di sei parti, il dott. Sanjay Haryana fornirà una panoramica dei diversi aspetti della sostenibilità in odontoiatria.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Content

July 14, 2021 | Italy | News

Odontoiatria sostenibile in 500 parole o più: prima parte

SINGAPORE: L’idea di scrivere una serie di articoli sull’odontoiatria sostenibile è nata da un articolo intitolato «A guide to eco-friendly dentistry» che presentava molti aspetti e opinioni sull’odontoiatria sostenibile, ma …

details

© 2021 - All rights reserved - Dental Tribune International