Dental Tribune Italy

EndoExplorer KOMET

EndoExplorer KOMET
Apertura ultraconservativa degli imbocchi canalari
KOMET sta investendo molto in ambito endodontico, per migliorare e semplificare il più possibile il lavoro dello specialista e del generalista. Per l’apertura del pavimento della camera pulpare e l’esposizione di canali obliterati o la rimozione di strumenti fratturati è importante disporre di strumenti taglienti con parti operative sottili, in grado non solo di aprire la strada negli imbocchi, ma anche di creare lo spazio utile per esporre le parti da rimuovere. Rispetto alle classiche palline, la parte operativa ridotta e il collo ultrasottile delle frese EX1 e EX2 (queste le sigle degli EndoExplorer) consentono una lavorazione ancora più conservativa e mirata. La punta tagliente degli EX1 e EX2 è in grado di esporre gli strumenti fratturati o la guttaperca e di lavorare sul pavimento della camera pulpare. Affinché il medico possa esercitare il necessario controllo, occorre impiegare questi strumenti a basso numero di giri e a bassa pressione operativa. Questi strumenti danno il massimo se usati sotto sistemi ingrandenti.
Una volta rettificate le pareti della camera pulpare con la fresa EndoGuard, che – grazie alla punta non tagliente di sicurezza – non altera l’anatomia del pavimento della camera, si utilizzano gli EndoExplorer per un’asportazione decisamente più “chirurgica” e mirata in prossimità degli imbocchi.
Il kit 4664 contiene tutto l’armamentario delle singole frese EndoExplorer a gambo CA per qualsiasi caso clinico.

Latest Issues
E-paper

DT Italy No. 6, 2020

Open PDF Open E-paper All E-papers

© 2020 - All rights reserved - Dental Tribune International